1. Home
  2. /
  3. Prodotti
  4. /
  5. Riflessi
  6. /
  7. L’Italia che sognava Enver

L’Italia che sognava Enver

27.00

Product ID: 7196Collana: 57Codice ISBN: 978-88-3629-210-3
Categoria: letteratura balcanica/Albania/saggistica/storia
Numero di pagine: 636
Data di pubblicazione: 28.10.2021

Descrizione

Durante la Guerra fredda, negli anni in cui i governi d’Italia e d’Albania riducevano ai minimi storici i
loro contatti formali, la «Sinistra italiana» fu erede, custode e prosecutrice dell’inesauribile legame italo-
albanese.
Se l’antifascismo non bastò ad appianare due visioni antitetiche del mondo comunista – quella
monocentrica di un dittatore dell’Est, quella policentrica di Togliatti, fautore della «via nazionale» – lo
stalinismo a oltranza rivendicato da Enver Hoxha trasformò l’Albania in un laboratorio politico
visitabile. Dalla fine degli anni Sessanta, i movimenti marxisti-leninisti coagulatisi intorno alla sinistra
del PCI «revisionista» cercarono di appropriarsi della narrazione italo-albanese, recuperando il comune
ricordo resistenziale e promuovendo il parallelo Cina-Albania. Dagli archivi di Tirana emerge così un
aspetto inedito dell’Albania Popolare: ovvero la sua «apertura». Forti di una solida base documentaria, queste pagine raccontano una dimenticata storia italo-albanese, per ribellarsi al vuoto di memoria che ancora vige tra l’«Albania del Regno» e l’«Albania dei migranti».

Nicola Pedrazzi (Bologna, 1986) è ricercatore presso l’Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa
(OBCT). Per conto dell’Università di Pavia ha svolto tre anni di ricerca dottorale a Tirana, dove ha
collaborato con l’Istituto italiano di Cultura e l’Ambasciata d’Italia. Giornalista pubblicista, ha scritto e
scrive per diverse testate, tra cui «il Mulino», «Kosovo 2.0», «Riforma», «Confronti» e lo stesso OBCT.

 

 

Nicola Pedrazzi (Bologna, 1986) è ricercatore presso l’Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa (OBCT). Per conto dell’Università di Pavia ha svolto tre anni di ricerca dottorale a Tirana, dove ha collaborato con l’Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata d’Italia. Giornalista pubblicista, ha scritto e scrive per diverse testate, tra cui «Il Mulino», «Kosovo 2.0», «Riforma», «Confronti» e lo stesso OBCT.


Recensioni

Dello stesso autore

Products InautorePedrazzi, Nicola,